Emilio Betti in Brasile

L’interesse dei paesi dell’America Latina per l’opera di Emilio Betti è noto e ben documentato. Non capita altrettanto spesso però di trovare testimonianze dell’interesse di Betti per il Sudamerica, né tantomeno fotografie dei suoi viaggi. 

Le foto in calce a queste righe (per le quali dobbiamo ringraziare il prof. Mauro Grondona, che a sua volta le ha ricevute dal prof. Marco Fridolin Sommer Santos) si riferiscono al periodo passato da Betti presso la Universidade do Rio Grande do Sul, dove tenne 15 lezioni sul diritto civile comparato (10 ottobre – 3 novembre, 1958).

L’esperienza è stata descritta dallo stesso Betti in un articolo pubblicato sulla “Rivista italiana per le scienze giuridiche” (vol. IX, 1957-58, pp. 435-445), che è possibile scaricare cliccando qui: Betti in Brasile

L’articolo è stato tradotto in portoghese brasiliano da Marco Fridolin Sommer Santos. La traduzione è completata da un cappello introduttivo molto interessante, nel quale si specifica anche che Betti fu il primo docente europeo ospite della Facoltà di Giurisprudenza dell’ateneo brasiliano (“Revista da Faculdade de Direito da UFRGS”, 24, 2004, pp. 279-292). E’ possibile scaricare l’articolo cliccando qui: relato de emilio betti sobre a visita à UFRGS

A ben vedere però, benché l’articolo si intitoli “Relazione sulla visita alla Universidade do Rio Grande do Sul”, il resoconto della sua avventura brasiliana non è che un pretesto per una riflessione di ampio respiro sulla scienza giuridica e il suo insegnamento, sulle barriere linguistiche e culturali, sulla codificazione del diritto privato e sulla “missione culturale dell’Italia verso i paesi dell’America latina”. 

Per dirla con Betti, che parte dalle sue esperienze didattiche in Germania, Egitto e Brasile: “può riuscire istruttivo un raffronto fra le esperienze fatte dal sottoscritto in ambienti culturali diversi, allorché si trovò davanti il compito di stabilire una comunicazione coi discenti: comunicazione sempre indispensabile, se la lezione deve attingere l’esito didattico cui mira come fatto di collaborazione che è necessariamente colloquio (sia pure muto)”. 

Certamente le sue parole continuano a farci riflettere. 

Da sinistra: Francisco Simch, Ruy Cirne Lima, Elpidio Ferreira Paes, Emílio Betti e Armando Câmara

 

Finalmente online le lezioni tenute da E. Betti all’Università di Francoforte (1937/38)

E’ stata finalmente pubblicata l’intera trascrizione del corso di lezioni sul diritto costituzionale romano che Emilio Betti tenne all’Università di Francoforte sul Meno nell’a.a. 1937/38.
L’opera, curata e provvista di nota introduttiva da Sandro Angelo Fusco e Claudia Beyer-Fusco, è ora disponibile sul sito: www.ledonline.it/rivistadirittoromano/ (non però sull’ultimo numero della rivista ma su quello per il quale era stato originariamente previsto, per cui occorre cliccare sull’annata IX [2009]).